Il grano saraceno è una piccola pianta poco appariscente, con foglioline verdi, dai 30 agli 80 cm di altezza, che appartiene alla famiglia botanica delle Poligonaceae,e produce piccoli semi piramidali dal rivestimento di colore bruno-rossiccio o grigiastro, da secoli usati e considerati come un ottimo e nutriente cereale. Ha valore biologico superiore al frumento perché contiene ben 8 amminoacidi essenziali, quindi ha proteine più assimilabili(indice biologico delle proteine: 59).
E’ privo di glutine, la proteina tipica del frumento e di altri cereali delle Graminacee a cui si deve la struttura e la conservazione della forma dei prodotti alimentari (pane, paste da cuocere ecc.), quindi è adattissimo ai celiaci e intolleranti sotto forma di farina. La ricerca scientifica ne mette in evidenza l'altissimo valore antiossidante, dovuto soprattutto ai suoi numerosi polifenoli, il potere anti-cancro dei suoiinibitori delle proteasi(antitripsine), che dimostrano ancora una volta l'utilità preventiva delle sostanze antinutritive, il ruolo protettivo del selenio, di cui in media ben dotato, l'azione di rafforzamento dei vasi capillari, e infine l'effetto anticolesterolo e antilipidico.